Un esperto ONU sull’Iran solleva il tema dell’«accesso all’istruzione» in un seminario del Parlamento britannico

LONDRA, 26 dicembre 2012, (BWNS) – La politica del governo iraniano che esclude coloro che considera «ideologicamente scorretti» dall’istruzione superiore sta vanificando il progresso compiuto nell’accesso delle donne agli studi secondari, crea importati ostacoli per le minoranze e insidia la libertà accademica. 

Queste sono alcune delle preoccupazioni espresse durante un seminario, che si è tenuto presso il Parlamento britannico, da Ahmed Shaheed, il relatore speciale delle Nazioni Unite sulla situazione dei diritti umani in Iran. 

Sottolineando l’importanza di un esame globale della sua situazione dei diritti umani nell’Iran, il dottor Shaheed ha notato che la «comunità internazionale a un ruolo indispensabile da svolgere nel continuare a sostenere le voci dei cittadini iraniani che continuano a chiedere che il diritto all’istruzione divenga una realtà per tutti». 

Il seminario, che si è svolto il 18 dicembre, è stato organizzato dagli Amici parlamentari pluripartitici dei baha’i del Parlamento britannico e presieduto da Nic Dakin, membro del Parlamento per Scunthorpe. 

Fra coloro che hanno contribuito alla discussione c’è stato anche Scott Sheeran, direttore del gruppo dei diritti umani in Iran presso il Centro dei diritti umani dell’università dell’Essex. Egli ha esaminato i complessi legami che uniscono il diritto all’istruzione agli altri diritti, come i diritti delle minoranze, i diritti alla non discriminazione e all’uguaglianza davanti alla legge e la libertà di espressione, regione e credenza. 

Daniel Wheatley della comunità baha’i britannica ha mostrato fino a che punto il governo dell’Iran è arrivato per escludere i baha’i dall’accesso agli studi superiori, mentre Tahirih Danesh, ricercatrice indipendente sui diritti delle donne, ha reso omaggio alla signora Nasrin Sotoudeh, avvocato dei diritti umani che ora è in prigione. 

Per leggere l’articolo in inglese online, vedere le foto e accedere ai link si va a:http://news.bahai.org/story/937

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *