Ha inizio la campagna «Cinque anni di troppo»

NEW YORK, 5 maggio 2013, (BWNS) — Nel quinto anniversario
dell’ingiusta detenzione dei sette dirigenti baha’i iraniani, la
Baha’i International Community ha lanciato una campagna per chiedere
la loro immediata liberazione e per attirare l’attenzione sul
deterioramento della situazione dei diritti umani in Iran, ha detto Bani Dugal, il principale rappresentante della Baha’i International Community presso le Nazioni Unite.

La campagna si svolgerà dal 5 al 15 maggio e si chiamerà <>. In tutto il mondo le comunità baha’i e altri stanno progettando manifestazioni pubbliche che si occuperanno della sorte dei sette, i quali dovranno restare in prigione per altri 15 anni. La loro condanna a 20 di carcere è la più dura sentenza che abbia colpito un attuale prigioniero di coscienza in Iran, ha detto la signora Dugal.

Sei dei sette dirigenti baha’i sono stati arrestati il 14 maggio 2008 durante una serie di blitz a Teheran. Il settimo era stato arrestato due mesi prima il 5 marzo 2008.

Dopo l’arresto, i sette – che si chiamano Fariba Kamalabadi,
Jamaloddin Khanjani, Afif Naeimi, Saeid Rezaie, Mahvash Sabet, Behrouz
Tavakkoli e Vahid Tizfahm – sono stati sottoposti a un processo farsa.

Durante il primo anno di detenzione, i sette non sono stati informati
delle accuse mosse contro di loro e non hanno potuto consultare un
legale. Il processo, che si è prolungato per mesi nel 2010 e che è
rimasto davanti alla corte per soli sei giorni, è stato illegalmente
chiuso al pubblico, è stato caratterizzato dai gravi pregiudizi del
pubblico ministero e dei giudici e si è basato su prove inesistenti.

Oggi i sette vivono in condizioni durissime in due delle più
famigerate prigioni iraniane. I cinque uomini si trovano nella
prigione di Gohar-dasht a Karaj, uno stabilimento penale noto per
l’affollamento, la scarsa igiene e l’ambiente pericoloso. Le donne si
trovano nell’infame prigione Evin di Teheran.

La Baha’i International Community ha creato una sezione speciale del
suo sito web che dà informazioni sulla campagna, presenta articoli e
documenti sulla vita e sulla situazione dei sette dirigenti baha’i e
comprende un blog che darà notizie delle attività e delle
manifestazioni della campagna.

L’URL del sito è http://www.bic.org/fiveyears

Un pensiero su “Ha inizio la campagna «Cinque anni di troppo»

  1. webmaster Autore articolo

    Le persecuzioni del clero sciita iraniano e delle autorità di vario livello, contro i bahá’í, hanno origini con l’inizio della Fede stessa.
    Scaricate gratuitamente, a tal proposito:
    “Dio passa nel mondo” di Shoghi Effendi – http://ebooksbahai.it/?p=86
    “Gli Araldi dell’Aurora” di Nabil – http://ebooksbahai.it/?p=364
    “Tahirih la Pura” di Martha Root – http://ebooksbahai.it/?p=440
    tanto per citare solo i libri più diretti sull’argomento.
    Claudio, Webmaster

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *