Il Tempio del Sud America risveglia il senso del Sacro

SANTIAGO, 6 dicembre 2016, (BWNS) — Mentre un numero crescente di persone scopre la Casa di culto baha’i recentemente inaugurata in Santiago, Cile, molti stanno riscoprendo un senso del Sacro, nel sentirsi avvolti dalle ali di vetro e di marmo del Tempio.

Il Tempio è stato visitato da oltre 25.000 persone dalla sua inaugurazione nel mese di ottobre. Da Santiago o da altri luoghi più distanti, questi visitatori vengono alla Casa di culto per svariate ragioni. Alcuni sono ansiosi di vedere l’edificio la cui architettura ha ottenuto elogi internazionali. Altri, curiosi di conoscere un Tempio ispirato da una Fede che conoscono poco, vengono per conoscerla meglio. E altri ancora vengono alla ricerca di un senso di sacralità che nel mondo di oggi è andato perduto.

«Ci aspettavamo un alto numero di visitatori ma siamo stati sorpresi dal gran numero di coloro che sono venuti già nel primo mese», ha spiegato Jenny Perez, rappresentante della comunità baha’i cilena.

Con questa grande ondata di visitatori, si sta formando una relazione tra la città e il Tempio, arroccato sulle pendici della Cordigliera delle Ande, che lo sovrasta. Gli ospiti trovano non solo un bellissimo spazio, aperto a tutti, per la contemplazione e la preghiera, ma anche un luogo da cui trarre ispirazione per riconnettersi a uno scopo più alto.

Siti Web e media popolari hanno tentato di far rivivere l’esperienza di una visita al Tempio attraverso mezzi innovativi, come la fotografia a 360 gradi.

Per arricchire l’esperienza dei visitatori, la comunità bahá’í ha aperto sul terreno del Tempio spazi informali per le conversazioni. Questi spazi permettono alle persone interessate di conoscere meglio la natura e lo scopo della Casa di culto di esplorare concetti e temi spirituali e di contemplare le implicazioni di una vita dedicata al miglioramento della società.

«Ci auguriamo che il Tempio sia un ambiente nel quale le persone possono esplorare, nella misura in cui lo desiderano, una più profonda comprensione di ciò che un’esperienza sacra o spirituale può essere e di come essa sia collegata al modo in cui ognuno di noi contribuisce al benessere degli altri e del mondo», ha spiegato la signora Perez.

Per leggere l’articolo in inglese on-line, visualizzare le fotografie e accedere ai link si vada a: http://news.bahai.org/story/1141

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.