Un video cerca di portare alle masse parole sacre

MELBOURNE, 13 giugno 2017, (BWNS) — Uscito venerdì scorso, un nuovo video musicale presenta il cantante e performer popolare australiano Nathaniel Willemse che canta una preghiera di Baha’u’llah.

La canzone, intitolata “Potere sovra tutte le cose”, è stata composta quest’anno in onore del 200° anniversario della nascita di Baha’u’llah, che sarà commemorato in ottobre. Ispirata dalla fiduciosa visione degli scritti baha’i, essa è una delle numerose espressioni musicali prodotte in tutto il pianeta in questo anno molto importante, che vanno da iniziative di base a progetti nazionali e internazionali, intrapresi da artisti professionisti.

Nathaniel, che conosce bene gli insegnamenti baha’i, è originario del Sud Africa ma ha avuto successo come cantante pop in Australia. Ha realizzato questo progetto perché si sente legato alla bellezza delle parole della preghiera e all’importanza del suo messaggio per il mondo di oggi.

«Penso che questa sia una preghiera molto potente per chiedere aiuto e assistenza», ha detto, «e in questo particolare momento in tutto il mondo abbiamo realmente bisogno di parole forti come queste».

La canzone è stata composta dal produttore musicale e compositore Anise K., la cui fede nel fatto che la musica abbia il potere di toccare e ispirare il cuore umano è stata in gran parte influenzata dalla Fede baha’i.

Mentre l’idea del video stava nascendo, Anise K. ha spiegato che lui e Nathaniel si sono consultati su come trovare il tono giusto. Nello sviluppare il concetto, Anise K. ha voluto che il video fosse girato in natura, per evocare l’amore di Baha’u’llah per la natura e il suo biennale ritiro in solitudine.

Per quanto riguarda il testo della canzone, è stata scelta una preghiera rivelata da Baha’u’llah in una tavola alla Regina Vittoria del 1868: «O mio Dio! Ti chiedo per il Tuo Nome più glorioso di assistermi in ciò che farà prosperare gli affari dei Tuoi servi e fiorire le Tue città. In verità, potere Tu hai sovra tutte le cose».

In quel noto messaggio, Baha’u’llah ha sottolineato l’unità della razza umana e ha elogiato la regina Vittoria per aver abolito la schiavitù e aver affidato ai rappresentanti del popolo i poteri del governo.

Riflettendo sul progetto e sulle sue aspirazioni, Nathaniel ha spiegato: «Spero che questa preghiera elevi e unisca le persone».

Per leggere l’articolo in inglese on-line, visualizzare le fotografie e accedere ai link si vada a: http://news.bahai.org/story/1174

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *