Il Primo Ministro di Singapore onora il bicentenario della nascita di Baha’u’llah

Il Primo Ministro di Singapore onora il bicentenario della nascita di Baha’u’llah

Nell’imminenza dell’anniversario del bicentenario della nascita di Baha’u’llah, leader di tutto il mondo, internazionali e locali, onorano l’importantissima occasione con tributi speciali.

Recentemente, il primo ministro di Singapore, Lee Hsien Loong, ha rivolto un messaggio alla comunità baha’i del suo paese:

«Gli insegnamenti di Baha’u’llah sull’unità e sulla pace sono valori molto apprezzati dalla nostra società multi-razziale e multi-religiosa», dichiara il messaggio, datato 31 luglio 2017. «Mi conforta che la comunità baha’i sia attiva nell’impegno interreligioso e promuova la comprensione, il dialogo e l’interazione tra persone di diverse religioni».

«I vostri sforzi saranno di grande aiuto nella promozione del rispetto reciproco in una società multireligiosa e nel rafforzamento dell’armonia sociale a Singapore», prosegue.

Il tributo del Primo Ministro è uno dei molti che sono già stati ricevuti dalla comunità baha’i in tutto il mondo. In Vietnam, in onore delle prossime celebrazioni del bicentenario, alti funzionari governativi, tra cui il Vice Presidente del Comitato Vietnam Fatherland Front Central, hanno incontrato rappresentanti della comunità baha’i esprimendo apprezzamento per i contributi della comunità allo sviluppo del Paese mediante attività per il miglioramento delle condizioni di vita e la promozione dell’istruzione. Dopo il messaggio del Presidente dell’India all’inizio dell’anno, analoghi tributi sono stati ricevuti dal Vice Presidente e da altri membri di alto rango del governo nazionale, nonché dal Primo Ministro di uno degli Stati dell’India e da altri funzionari. A livello locale, il Consiglio cittadino di Rosario, Argentina, ha approvato una risoluzione che onora il bicentenario e riconosce Haifa come città gemella. Negli Stati Uniti, la città di Cambridge, Massachusetts, ha approvato una risoluzione per onorare la nascita di Baha’u’llah ed esortare i cittadini a lavorare per la realizzazione della pace, della giustizia e della solidarietà.

Per leggere on-line la lettera in inglese, si vada a: http://news.bahai.org/story/1186/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.