Quando i giovani bahai insegnano…

Ieri è arrivato il Visi: “oggi è il mio primo compleanno bahai, mi sono dichiarato giusto un anno fa”. Eccolo lì: è sempre capace di sorprendermi quel ragazzo!

Che si fosse dichiarato il 27 maggio, me l’ero ricordato (cosa già notevole, vista la mia scarsa propensione per le date) qualche giorno fa, ma… non vi avevo dato peso, al punto che non l’ho segnato sul mio calendario di Office. Io, ad es., mi sono dichiarato nell’aprile del ’72 ma, il giorno esatto, non me lo sono mai ricordato. Fa niente, tanti auguri, ed il Visi: “ci vediamo dopo cena”. Torna regolarmente dopo cena con una torta e, sorpresa, c’era uno strudel nel forno per festeggiarlo. In breve: abbiamo festeggiato un compleanno vero e proprio anche se, data l’improvvisata, è stato un po’ sottotono e senza regali di sorta.

Questo giovane bahai ha compreso qualcosa di fondamentale, facendolo in modo da sorprendere anche noi “vecchi”: il vero compleanno, è quello della nostra nascita spirituale, la data della nostra dichiarazione bahai. E’ questo il compleanno che dovremmo festeggiare in pompa magna, perchè è ancora più importante di quello della nostra nascita fisica.

Grazie Visi ed, ancora una volta, BUON COMPLEANNO!

Caramente Claudio Malvezzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *