Il tramonto sulle Hawaii chiude lo straordinario periodo di celebrazioni in tutto il mondo

CENTRO MONDIALE BAHA’I, 23 ottobre 2017, (BWNS) — Con il tramonto nelle Hawaii pochi minuti fa, il periodo che segna il bicentenario della nascita di Baha’u’llah è giunto al termine.

Durante le ultime 72 ore, uno spaccato dell’umanità, straordinariamente diversificato, in ogni punto del globo, si è riunito in moltissimi modi diversi per commemorare la nascita di Baha’u’llah.

Innumerevoli persone sono state ispirate dai festeggiamenti per il bicentenario e sono state commosse dal loro incontro con la vita e con gli scritti di Baha’u’llah.

Uno dei 27.000 visitatori che hanno visto una mostra sulla vita di Baha’u’llah a Francoforte ha detto, «Io e mia moglie stavamo dicendo prima di venire qui che la vita non ha alcuno scopo. Ma poi abbiamo visitato questa mostra. Qui abbiamo trovato la risposta a quello che può essere per noi lo scopo della vita».

In Suriname, il vice presidente Ashwin Adhin aveva previsto di partecipare a un ricevimento per il bicentenario presso il Centro nazionale baha’i. Dopo un breve programma che comprendeva preghiere, un film sulla storia della Fede nel Suriname e un discorso, egli ha deciso di annullare i suoi successivi impegni per avere il tempo di parlare con i baha’i sul tema della costruzione della comunità nel giovane Paese. Lo stesso giorno, la comunità baha’i del Canada ha ricevuto un messaggio di buona volontà dal primo ministro Justin Trudeau, uno degli ultimi di una grande varietà di messaggi ricevuti nei giorni scorsi da personaggi pubblici.

In molte celebrazioni in tutto il mondo è stato proiettato film “Luce al mondo”, che racconta la storia della vita di Baha’u’llah e l’impatto dei Suoi insegnamenti. Un partecipante a una riunione in Asia Orientale ha detto: «Dopo aver visto il film, tutti pronunciavano il nome di Baha’u’llah’ con grande facilità e disinvoltura… Era come se lo avessero conosciuto da molti anni ed Egli fosse una figura per loro familiare».

Durante una celebrazione nazionale a Madrid, uno dei partecipanti ha detto: «Il messaggio di Baha’u’llah è esattamente quello di cui l’umanità ha bisogno. Ascoltare questi principi non significa semplicemente sentire un bel messaggio, esso è essenziale per il progresso della razza umana».

Per vedere le foto, vedere il video e leggere l’articolo in inglese online, si vada a: http://news.bahai.org/story/1214 Il messaggio di Justin Trudeau è trascritto in calce.

 

 

Ottawa, Ontario

22 ottobre 2017

Ci uniamo oggi alla comunità baha’i del Canada e a quelle di tutto il mondo per celebrare il 200° anniversario della nascita di Baha’u’llah, il profeta fondatore della Fede baha i.

Gli insegnamenti di Baha’u’llah mirano a ispirare il rispetto, nonché a promuovere la diversità e l’inclusione, l’uguaglianza di genere e l’educazione per tutti – valori che stanno a cuore al nostro Paese.

La diversità del Canada è uno dei nostri punti di forza e dei nostri più grandi motivi di orgoglio. Quest’anno, mentre celebriamo il 150° anniversario della Confederazione, invito tutti i canadesi a riflettere su come si possano mettere in pratica questi valori di apertura e di rispetto.

Io e Sophie porgiamo i nostri migliori auguri a tutti coloro che celebrano questa storica pietra miliare per la Fede bahá’í.

[firmato: Justin Trudeau]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.