Asma Jahangir, paladina della giustizia, lascia un’eredità di coraggio

BIC GINEVRA, 12 febbraio 2018, (BWNS) –

La Baha’i International Community esprime le sue condoglianze per la morte di Asma Jahangir, Relatrice speciale delle Nazioni Unite sulla situazione dei diritti umani in Iran e ammiratissima sostenitrice della dignità e dei diritti di tutte le persone. È morta a 66 anni a Lahore, in Pakistan, domenica 11 febbraio.

La signora Jahangir era molto apprezzata perché ha dedicato tutta la vita ai diritti umani e ai diritti delle donne. È stata Relatrice speciale per le esecuzioni extragiudiziali, sommarie o arbitrarie dal 1998 al 2004. Nel 2005, durante il suo mandato come Relatrice speciale sulla libertà di religione o di credo dal 2004 al 2010, è stata proposta per il Nobel per la pace. È stata la prima dirigente femminile dell’ordine della Corte Suprema del Pakistan.

«Asma Jahangir è stata una strenua paladina dei diritti dei baha’i in Iran sin dal momento in cui è stata Relatrice speciale sulla libertà di religione o credo», ha affermato Diane Ala’i, rappresentante dell’Ufficio della Baha’i International Community presso le Nazioni Unite a Ginevra.

«È stata lei che ha coraggiosamente portato alla luce la lettera del 29 ottobre 2005 firmata dal Presidente del Comando Centrale delle Forze Armate iraniane che chiede che i baha’i siano identificati e monitorati», ha detto la signora Ala’i.

Con il suo trapasso, l’umanità perde un vero campione della giustizia».

Dopo la sua morte, persone provenienti da tutto il mondo hanno espresso sinceri apprezzamenti della sua vita.

Per leggere la storia in inglese online o visualizzare altre foto, si vada a http://news.bahai.org/story/1237/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *