Dopo l’aperura del Tempio in Colombia, incominciano le prime visite

AGUA AZUL, Colombia, 31 luglio 2018, (BWNS) – Aderendo alla risposta della comunità locale all’apertura della nuova Casa di culto baha’i, domenica centinaia di persone residenti nelle comunità vicine si sono unite alle loro preghiere in un gioioso incontro. 

Oltre trecento persone – la maggior parte delle quali vivono a breve distanza dal Tempio – hanno partecipato a uno speciale incontro per la prima visita del Tempio. L’incontro di domenica, che è stato chiamato “La mia prima visita alla Casa di culto baha’i”, si è svolto sulla scia della storica cerimonia inaugurale del 22 luglio e prevedeva molti dei suoi elementi come la lettura di una lettera della Casa Universale di Giustizia sull’inaugurazione, i discorsi di un sindaco locale e dell’architetto del Tempio, nonché spettacoli di musica e di danza. Analoghi incontri sono programmati per le tre settimane successive, in modo da permettere che più persone provenienti dalle comunità locali partecipino alla storica inaugurazione del Tempio del Norte del Cauca. 

«Oggi godiamo dei frutti dei semi che abbiamo coltivato per anni», ha detto Alba Marina Fory Micolta che abita nella vicina città di Primavera.   

«Prima eravamo in pochi, ma ora siamo molti. Ora siamo un albero con molti fiori, fiori con molta energia, grande forza e valori forti», ha aggiunto la signora Fory Micolta, che decenni fa è stata una delle prime persone ad abbracciare la Fede baha’i nel Norte del Cauca. 

Molte persone che domenica hanno visitato la Casa di culto per la prima volta hanno detto di aver percepito sentimenti di forza spirituale, dopo aver pregato nel Tempio.   

«Quando sono entrata nella Casa di culto, ho guardato i raggi di luce. È stato impressionante, perché è una cosa che si percepisce, che dà forza, che dà vita», ha detto Gloria Amparo di Agua Azul. «Ho sentito questa forza pervadermi. Abbiamo davvero bisogno del Tempio nella nostra regione». 

Jenny Nair Gómez, il sindaco della vicina città di Villa Rica, ha partecipato alla visita di domenica e prevede di essere presente anche ai successivi incontri domenicali. Ha sottolineato l’importanza di informare sull’apertura del Tempio le persone delle città vicine.   

«Siamo molto onorati di ospitare questa Casa di culto», ha osservato la signora Gómez. «È più che una struttura fisica. È un sito che ci permetterà sempre di rafforzare la nostra spiritualità, a prescindere dalle nostre convinzioni». 

La Casa di culto è una manifestazione fisica del rapporto tra il culto e il servizio presente nelle attività di costruzione della comunità dei baha’i del Norte del Cauca. Le porte sono aperte a tutti.  

«Ora che la Casa di culto è aperta, sentiremo un grande impatto spirituale sulla zona, sulle persone, sulle città e sui villaggi», ha detto Mariana Lopez, una giovane che vive nella vicina città di Jamundi. «Tutto sarà diverso». 

Per leggere online l’articolo in inglese, vedere le foto e un video, si vada a news.bahai.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.