Ricorrenza Nascita di Bahá’u’lláh

Facciamo gli auguri per la Ricorrenza della Nascita di Bahá’u’lláh, con un filmato che illustra la Mansion (Magione) di Bahji (da un dialetto arabo: Paradiso) vicino ad Acca (San Giovanni d’Acri) in Israele, dove Bahá’u’lláh visse, agli arresti domiciliari, gli ultimi anni della Sua vita terrena. Sotto il pavimento della casetta in mattoni rossi, Vi è sepolto… ed è la Quiblih (il luogo più sacro) per i bahai.
Il racconto comincia e finisce col sicomoro, unico albero esistente all’epoca di Bahá’u’lláh, girando attorno ad una casa che, certo, non era splendida com’è oggi. Le parole della canzone, dicono quanto sia dolce e rassicurante tornare a casa. La musica venne composta dal ceco Antonin Dvorak quando era a New York, pochi mesi dopo la morte di Bahá’u’lláh.
La Mansion, è la casa dell’umanità, per quanto essa possa anche non esserne consapevole.
A tutti i visitatori del blog, con gli auguri per il (familiarmente) secondo Natale bahai, diciamo: bentornati a casa!

 

Caramente Claudio Malvezzi (webmaster)

2 pensieri su “Ricorrenza Nascita di Bahá’u’lláh

  1. Ilaria

    Grazie infinite, tantissimi auguri anche a voi tutti dalla Croazia.
    Ilaria
    ‘Allah’u’Abha’!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *