Lava e bacia i piedi di Artin

Un altro personaggio Iraniano prende atto degli ingiusti trattamenti riservati ai bahá’i in Iran

Dissidente Iraniano bacia i piedi del piccolo Artin

Dissidente Iraniano bacia i piedi del piccolo Artin

. Egli  per scusarsi  e dare l’esempio di consapevolezza, lava e bacia i piedi di Artin, bimbo di 4 anni  che vive solo con la nonna, perché i suoi genitori  sono in prigione per motivi della loro Fede  .

Vedi post originale: http://www.rferl.mobi/a/25048285.html

Lunetta in festa

Cari amici,domani ore 17 ci sará a Lunetta,di fronte alla palestra, nella.zona del parco, una festa del quartiere con famiglie di tante culture e religioni, festa organizzata da diverse associazioni del quartiere,tra le quali anche l associazione Ugo Giachery con tanto di danza preparata dai giovanissimi che partecipano ai gruppi giovanissimi!ci sarâ anche uno stand per i giovani in cui si potrá parlare della Conferenza e degli stumenti che abbiamo.a.disposizione dalla nostra amata Causa per costruire una nuova civiltá!
Siete tutti invitati a partecipare e a conoscere tutte le famiglie a amici del quartiere, genitori dei bambini e giovanissimi compresi!!Costruiamo questa comunitá  e facciamolo insieme!!

Distrutto un sito sacro a Baghdad

La comunità mondiale baha’i ha appreso che la casa di Baha’u’llah, il
fondatore della Fede baha’i, in Baghdad, Iraq, sito di grande
sacralità noto come la Più Grande Casa, è stata distrutta.  Le precise
circostanze della demolizione non sono ancora chiare.

Bani Dugal, il principale rappresentante della Baha’i International
Community presso le Nazioni Unite ha detto: «Questo deplorevole atto
ha privato tutte le persone del mondo di una parte preziosissima del
loro retaggio spirituale».

«Pur non essendo chiari i dettagli, è chiara la forza dei sentimenti
della comunità baha’i per questo atto terribile e sconvolgente», ha
proseguito.

«I baha’i di tutto il mondo sono affranti.  Ma essi restano, come
sempre, sereni e concentrati sui loro sforzi per promuovere la pace e
contribuire al miglioramento delle loro comunità», ha soggiunto.

La Più Grande Casa è stata la residenza di Baha’u’llah per la maggior
parte del periodo del Suo esilio dall’Iran a Baghdad, Iraq.  Il sito
si trova nei pressi del fiume Tigri.

Per leggere l’articolo online, vedere le foto e accedere ai link si vada a:
http://news.bahai.org/story/961

Distruzione della Casa di Bahá’u’lláh in Baghdad

Con il cuore spezzato, abbiamo ricevuto la notizia della distruzione
della Più Grande Casa, la Casa di Baha’u’llah in Baghdad.  Sebbene le
esatte circostanze di questa oltraggiosa violazione siano ancora
oscure, le sue immediate conseguenze possono e devono essere
chiaramente enunciate:  I popoli del mondo sono stati privati di un
santuario di incalcolabile sacralità.

Un atto così deplorevole, verificatosi alla vigilia della convocazione
mondiale senza precedenti dei giovani seguaci di Baha’u’llah e dei
loro amici, riporta alla memoria quel misterioso intreccio di crisi e
vittorie attraverso il quale il Suo indistruttibile, irreprimibile,
inesorabile scopo sarà alla fine conseguito.

Supplichiamo la Bellezza Benedetta di concedere ai Suoi fedeli seguaci
in tutto il mondo forza e determinazione di fronte a questo doloroso
colpo.  Altre informazioni saranno trasmesse non appena saranno
disponibili.

La Casa Universale di Giustizia

N.d.W.: per il dovuto rispetto alla Casa Universale di Giustizia, approveremo eventuali commenti al gravissimo accaduto, solo dopo che la Casa Universale di Giustizia stessa, avrà commentato eventualmente, questo doloroso evento.